Occhiali Aviator Ray Ban

De Paola, oltre che titolare della rivendita di occhiali di via Cavin di Sala, è stato ed è amministratore di una società, che prima si chiamava Sercomex Italia di De Paola Damian Sergio e poi ha preso il nome di Lefe Optic sas. Società che, almeno sulla carta, producevano occhiali. Stando alle accuse degli inquirenti piemontesi, l’imprenditore salese avrebbe ricevuto, tra il 2013 e lo scorso anno, migliaia di paia di occhiali rubati nella fabbrica Luxottica in provincia di Torino e li avrebbe introdotti nel mercato, sia quello legale sia quello parallelo.

Tom Cruise di spalle, in uniforme, guarda in lontananza attraverso i suoi Ray Ban scuri un aereo da combattimento, un caccia F 14A, mentre campeggia la scritta “Feel the Need”.Nick Morton è un mercenario che collabora con l’esercito, ruba all’archeologa Jenny Halsey le indicazioni per trovare un’antica tomba e, nel tentativo di salvarla dagli integralisti islamici, finisce per farla bombardare dai droni. Questo apre l’accesso a una enorme grotta in Mesopotamia, dove si trova il sarcofago della principessa egizia Ahmanet, che ha voluto portare il Dio della morte Set sul nostro mondo, ma fu fermata e mummificata prima di completare il rituale. Nick vi entra insieme a Jenny e all’amico Chris, quindi i tre liberano il sarcofago di Ahmanet e lo caricano su un aereo militare, che però i poteri della principessa fanno precipitare su una chiesa in Inghilterra.Arriva il capitolo secondo di Top Gun.

Wall e è l’ultimo robot rimasto sulla terra dopo che gli umani l’hanno abbandonata perchè invasa dai rifiuti. Si sono dimenticati di spegnerlo e lui da 700 anni continua a fare quello per cui è stato costruito: comprimere e ammassare rifiuti. Non parla ma si fa capire molto bene a gesti e attraverso una gamma di suoni espressivi come faceva R2 D2 di Guerre Stellari.

Riley è un costruttore di bambole che dopo l’ennesimo litigio con la sua ragazza decide di ucciderla e di trasformarla in una delle sue creature. Il suo spirito si rigenera nel nuovo corpo e, iniziando a giocare con le fantasie altrui, seduce chiunque incontri, dando vita ad una lunga catena di morti violente.L’idea che una bambola possa scatenare le fantasie più nascoste dell’uomo potrebbe anche essere interessante se fosse sviluppata con un minimo di criterio, purtroppo sembra essere soltanto un pretesto per mettere in scena un campionario di morti violente e spargimenti di sangue totalmente gratuiti.Il montaggio sconclusionato crea una confusione totale tra i diversi piani temporali e le fantasie dei personaggi, dando luogo ad un senso di spaesamento a tratti irritante, reso ancor più irritante dalla banalità dei dialoghi, dalla ripetitività delle situazioni e da un’insistente colonna sonora a base di violini. Nemmeno gli inserti da black comedy, talmente sono ridicoli, riescono ad alzare il livello di un film totalmente inutile..