Ray Ban It

Dopo la partecipazione al collettivo Amore e rabbia (1969), dove mostra il dibattito studentesco sull’avvenire della scuola, dirige Sbatti il mostro in prima pagina (1972), su sceneggiatura di Goffredo Fofi, un ritratto amaro sul mondo del giornalismo. Il protagonista, interpretato da Gian Maria Volontè, è il capo redattore di un grande quotidiano nazionale che decide di sfruttare un piccolo fatto di cronaca per mistificare il coinvolgimento politico della destra nell’attentato di piazza Fontana; il film rivela, seppur con meno audacia dei primi lavori, il coraggio di scardinare le apparenze per portare alla luce il marcio nascosto dei mass media. Nello stesso anno approfondisce l’influenza negativa della pressione politica sui canali di informazione e sottolinea le contraddizioni delle istituzioni educative del mondo cattolico in Nel nome del padre (1972).Con Rulli e PetragliaL’amicizia con Rulli e Petraglia lo induce a prendere a cuore il dramma dei malati mentali, e realizza con loro il bellissimo documentario Matti da slegare (1975), dove cerca, con grande rispettosità, di mostrare l’erroneità dei metodi educativi nei manicomi.

Così, ogni giorno, si sentono più forti, noi invece ci sentiamo più deboli. La sua foto con il volto coperto di sangue ha fatto il giro dei social. Per medicare le ferite, causate dall ad opera di un immigrato, sono serviti dodici punti di sutura. EXCEEDINGLY SCARCE. Punch, or The London Charivari was a British weekly magazine of humour and satire established in 1841 by Henry Mayhew and engraver Ebenezer Landells. Historically, it was most influential in the 1840s and 50s, when it helped to coin the term “cartoon” in its modern sense as a humorous illustration.

Con quella sua buffa facciotta da teneroso nerd, Rick Moranis è indubbiamente uno dei comici occhialuti maggiormente amati nel mondo della celluloide.La carriera di Moranis, tuttavia, ha inizio quando è poco più di un ventenne: sotto lo pseudonimo di Rick Allen, il giovane fa il disc jockey nelle varie stazioni radio di Toronto. Il 1976 quando recita nella serie canadese 90 Minutes Live.Nel 1980 i produttori della CBC lo scritturano nel satirico Second City TV, dove il nostro pischellino è apprezzato per le sue imitazioni di Woody Allen, Ringo Starr e Al Pacino alias Michael Corleone.Trentasei mesi dopo debutta sul grande schermo nell’idiot comedy La strana voglia: scritto e diretto a quattro mani con il collega Dave Thomas, il film è tratto dalla sitcom che ha regalato loro notorietà televisiva, in cui vediamo la coppia interpretare i demenziali fratelli Bob e Doug McKenzie.Nel 1984 la dolcissima performance dell’indifeso Louis Tully, nel fanta family Ghostbusters Acchiappafantasmi, gli fa ottenere il ruolo da protagonista nel remake musicale de La piccola bottega degli orrori, dove tenta di sfuggire dalle fauci di una gigantesca pianta carnivora.Nel 1987 Rick sarà travolto da un successo cosmico grazie all’esilarante parodia di Darth Vader inBalle spaziali, super stellare spasso firmato Mel Brooks.Successivamente, darà la caccia ai suoi micro figlioletti in Tesoro, mi si sono ristretti i ragazzi, dovrà convivere con uno Steve Martin versione mafiosa ne Il testimone più pazzo del mondo e si troverà catapultato nell’era preistorica ne I Flintstones.In seguito alla morte dell’adorata moglie Anne, avvenuta nel febbraio 1991, il divo ha lasciato le scene per accudire meglio i due figli.Attualmente si dedica al doppiaggio, nonché alla musica country. Ha pubblicato, infatti, due LP “You, Me, The Music, and Me” e “The Agoraphobic Cowboy”.