Occhiali Ray Ban A Specchio

Nato a Letchworth nell’Hertfordshire nel 1961, Simon West inizia la sua attività nello spettacolo appena ventenne, lavorando come montatore per la BBC. Dal 1985 intraprende poi la carriera registica per alcuni noti video musicali, tra cui “Never Gonna Give You Up” di Rick Astley, e un gran numero di spot per marchi internazionali come Sprite, McDonald, Ford, Budweiser e Pepsi.A metà degli anni Novanta il suo nome ha acquistato un peso non indifferente all’interno dell’ambiente fino all’esordio al cinema tenuto a battesimo da uno dei produttori più influenti della Hollywood contemporanea.Alla corte di Jerry Bruckheimer e di Lara CroftPer quanto riguarda il suo ingresso nella Settima Arte non c’è dubbio che West sia stato più che fortunato. Considerando l’ottimo curriculum maturato in Inghilterra e poi negli States, infatti, il produttore/autore Jerry Bruckheimer lo sceglie per dirigere il blockbuster Con Air (1997), film d’azione in cui le esplosioni e l’adrenalina contano più delle interpretazioni di Nicolas Cage, John Malkovich e Steve Buscemi.

Cerca un cinemaKashmir, 1995. Il dottor Hilaal Meer accetta di operare di appendicite, a casa sua, un guerrigliero separatista, ricercato dall’esercito di occupazione indiano. Il giorno successivo i militari, che sembrano già informati del fatto, catturano il medico e radono al suolo la sua abitazione, inclusi i terroristi nascosti al suo interno.

Tre episodi sul tema della contestazione sessantottina. Nel primo (il più debole) Vittorio Gassman, esagitato regista hippy, cerca di filmare un documentario a sensazione sulla rivolta studentesca. Sordi invece è un prete di campagna che si crede corteggiato da una bella cassiera.

Therefore, many Christians will not respond or give glib answers when they don know the answers themselves. Don expect them to give in depth answers. It would be like asking me to give reasons for the nature and need of JavaScript for computers (my son is an IT professional and he gets rather frustrated with his Dad inability to understand geek language and concepts)..

Eppure, per escogitarla, Woody Allen ha saccheggiato a piene mani il cinema modernista europeo, le novità stilistiche provenienti dalla Francia (Godard e Resnais in primis), e preso spunto contemporaneamente da una certa letteratura ebraica, dove paradossi e humour la fanno da padroni. Insomma, un perfetto equilibrio tra aggiornamento della commedia classica americana e rivoluzioni cinematografiche delle nuove onde.Rivedere oggi Io e Annie ha un valore a dir poco tonificante. In effetti, se c’è un genere in crisi nella Hollywood di questi anni, è la commedia.

Lascia un commento